[Rischi lavorativi in ambiente sanitario]


      Illuminazione

La legislazione vigente stabilisce dei valori minimi di intensità luminosa per i locali di lavoro:
- ambienti destinati a deposito di materiali grossi 10 lux;
- passaggi, corridoi e scale 20 lux;
- lavori grossolani 40 lux;
- lavori di media finezza 100 lux;
- lavori fini 200 lux;
- lavori finissimi 300 lux.

Questi dati rappresentano i minimi di legge, ma l’ottimizzazione va ottenuta con livelli di illuminazione più elevati e applicando alcune regole elementari:
- focalizzare la luce sul piano di lavoro;
- escludere la presenza di fonti di luce scoperte entro il campo visivo;
- evitare il riverbero eliminando superfici riflettenti.

Alcuni dati orientativi sul grado di illuminazione consigliato in relazione all’attività svolta sono:
- uffici (lavoro impiegatizio, contabilità, dattilografia) 400 - 800 lux;
- uffici (disegno, progetto) 750 - 1500 lux.



[collegamenti]


Camera mortuaria, sale settorie

Reparti clinici di degenza

Sale operatorie

Uffici amministrativi

Camera mortuaria, sale settorie

Lavoro d'archivio

Lavoro di sportello

Reparti clinici di degenza

Sale operatorie

Illuminazione